Dalla Barca

Liriche: Amalinze

Produzione, Mix e Master: Beatzunami

Record: Cameretta

Video: Beachfront B-Roll

Testo:

Cerco uno spazio per la mia esistenza,

il fatto è che nella mia patria è guerra, ergo scappo in pianto verso una salvezza.

Sia momentanea, la condanna è eterna, il mio papino mi accarezza

salgo in barca sembra essere stretta.

Mi rassicura il suo tenermi in braccio,

ma dagli occhi lo capisci se un sorriso cela qualcos’altro.

Dovunque andremo sarem “lo straniero”,

comunque meglio che sentirsi in casa propria un prigioniero.

Occorre cambiare verso, una scia di stelle fittissima,

Al centro dell’universo stanotte sembra bellissima.

Mi sveglian le voci, qualcosa non sta a galla,

ad un tratto la speranza come la barca traballa.

E tra le onde torna in mente di quando andavamo al mare,

A fare il bagno nella folla impazzita di quell’estate,

ora mi sporgo dalla barca e la stessa folla scompare,

E gridi aiuto proprio tu, che mi hai insegnato a nuotare.